Uso di PRGF a seguito di estrazioni del terzo molare

L’impatto dell’uso di plasma ricco di fattori di crescita su fattori clinici e biologici nel processo di guarigione a seguito dell’estrazione del terzo molare

Studio di Marco Mozzati sull'uso di PRGF per il trattamento estrazione terzo molare

L’articolo di Marco Mozzati sul PRGF per il trattamento estrazione terzo molare

Quadro Generale. L’estrazione del terzo molare mandibolare è una procedura chirurgica piuttosto comune ma che ancora comporta diversi sintomi post-operatori e complicanze.

Metodo d’indagine. Lo studio è stato eseguito da Marco Mozzati in “split-mouth” (2 estrazioni per ogni paziente, una trattata con PRGF una no) e il paziente è stato il suo stesso controllore in modo da eliminare ogni differenza personale rispetto al trattamento PRGF.

Risultati. I parametri dovuti all’infiammazione e alla guarigione della ferita erano tutti significativamente più alti nei siti trattati con PRGF rispetto che nei siti non trattati. E’ stato verificato un significativo aumento nei siti PRGF delle due citochine pro-infiammatorie prese in considerazione, interleukin (IL)-1b e IL-6, ed è avvenuta in parallelo all’aumento delel citochine anti-infiammatorie, IL-10 e il fattore di crescita-b. In più, l’IL-1b e IL-6 inducono la proliferazione di fibroblasto e cheratinocita, entrambi importanti nella guarigione della ferita. Il dolore post-operatorio e la tumefazione, misurate continuativamente durante lo studio, si sono dimostrate minori in presenza di PRGF.

Conclusioni. Lo studio, condotto dal gruppo di lavoro guidato dal Dr. Marco Mozzati, ha evidenziato l’efficacia del plasma autologo ricco in fattori di crescita (PRGF) nel processo di guarigione tramite la verifica delle citochine contenute nei tessuti, così come altri fattori di guarigione prodotti dalla mucosa, dopo l’estrazione paragonando al contempo i siti trattati con PRGF e quelli non trattati: inoltre, è stata valutata l’efficacia del PRGF in termini di riduzione del dolore e tumefazione facciale.

L’articolo completo per essere visionato e scaricato presso il sito publmed.gov.

Leave a reply